Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Home Visite tematiche galleria di immagini Apollo; Kouros Pisoni
Vai su di un livello
Oggetto archeologico

Apollo; Kouros Pisoni


Busto di Apollo (5608)

Il busto raffigura un kouros dalla testa eretta e frontale. Il volto è massiccio, con zigomi pronunciati e mento robusto. La fronte alta è quasi del tutto coperta da una doppia fila di riccioli a spirale che scendono fino alle tempie. Da dietro le orecchie si dipartono due lunghe trecce, che s'incrociano dietro la testa per poi unirsi al di sopra del capo. I grandi occhi sono inquadrati da sopracciglia ad arco; le labbra sono serrate. Sulla base del confronto con alcuni pezzi rinvenuti ad Olimpia si propende nell'interpretare l'opera come un originale greco di scuola eginetico-peloponnesiaca, pervenuto nelle mani del proprietario della villa in seguito a vicende non determinabili; a fronte di questa ipotesi altri studiosi suppongono che si tratti di un'interpretazione classicistica di un'opera di scuola italico-siceliota del V sec. a. C. Tale pezzo, che rappresenta Apollo, venne scoperto lungo il lato est del peristilio rettangolare, insieme a diverse altre opere, sicuramente tra loro legate da un filo logico che risulta ancora alquanto controverso, nonostante, l'avvenuta identificazione dei diversi soggetti raffigurati.

Ulteriori informazioni
Codici
  Ente competente: Soprintendenza per i Beni Archeologici delle Province di Napoli e Caserta
Oggetto
  Definizione: busto maschile
  Denominazione/Dedicazione: Apollo; Kouros Pisoni
  Classe e produzione: STATUARIA
  Identificazione: Apollo
  Titolo: Apollo; Kouros Pisoni
Localizzazione geografico-amministrativa
  Stato*: Italia
  regione: CAMPANIA
  provincia: Napoli
  comune: Napoli
  Tipologia: palazzo
  Denominazione: Museo Archeologico Nazionale di Napoli
  Denominazione spazio viabilistico: Piazza Museo, 19 - 80135
  Denominazione raccolta: Museo Archeologico Nazionale di Napoli
  Specifiche: Primo piano, Sala CXVI
Altre localizzazioni geografico-amministrative (reperimento)
  Denominazione: Villa dei Papiri
  Complesso monumentale di appartenenza: Palazzo Reale di Portici
  Denominazione spazio viabilistico: Via Mae
Altre localizzazioni geografico-amministrative (provenienza)
  Denominazione: Herculanense Museum
Altre localizzazioni geografico-amministrative
  Denominazione spazio viabilistico: Via dell'Università 80055
Dati patrimoniali
  Numero*: 5608
  Data: 1871 post
Modalità di reperimento
  Denominazione dello scavo*: Villa dei Papiri
  Data*: 1756/04/28
Cronologia
  Fascia cronologica di riferimento: sec. I a.C.
  Frazione cronologica: terzo quarto
  Da*: 49 a.C.
  A*: 25 a.C.
  Motivazione cronologica: contesto
Definizione culturale
  Denominazione: produzione campana (?)
  Motivazione dell'attribuzione: analisi stilistica
Dati tecnici
  Materia e tecnica: bronzo/ fusione/ a incisione
  Unità: cm.
  Altezza: 43.4
Dati analitici
  Indicazioni sull'oggetto: Busto maschile di dimensioni leggermente maggiori del vero; la testa e ilbusto sono stati fusi separatamente; i riccioli, le sopracciglia, gli occhi e le labbra sono stati lavorati separatamente e poi applicati.
  Indicazioni sul soggetto: La testa è eretta e frontale; il volto è massiccio, dagli zigomi pronunciati; i grandi occhi sono inquadrati da sopracciglia ad arco; le labbra sonoserrate, il mento prominente; la complessa capigliatura si articola sullacalotta cranica in piatte ciocche ondulate; due lunghe trecce, che si dipartono dietro le orecchie, si incrociano dietro la nuca per poi unirsi aldi sopra della fronte; dalle trecce ricadono intorno al volto riccoli a turacciolo.
  Testo:

Conservazione
  Stato di Conservazione: mutilo
Condizioni giuridica e vincoli
  Indicazione generica: proprietà Stato
  Indicazione specifica: Ministero per i Beni e le Attività Culturali
Fonti e documenti di riferimento
  Bibliografia:

Antichità di Ercolano 1767, tavv. 71-72; RMB, XII, tav. 11,2; Kekule 1870, pp. 263-264; Comparetti - De Petra 1883, p. 260, n. 1 tav. VII, 1; Schreiber 1883, p. 260; Studniczka 1887, pp. 104-108; Studniczka 1896, pp. 259-260; Benndorf 1901, p. 171, nt. 7; Brunn - Brukmann, 1888-1911, n. 506; Pernice 1908, pp. 216-217, fig. 92; Guida Ruesch 1911, n. 850; Langlotz 1927, p. 102, tav. 22; Poulsen, 1937, pp. 104-105; Lippold 1950 pp. 100-101, nt. 1; Saletti 1960; Ridgway 1970, pp. 40, 60; Pandermalis 1971, p. 202, n. 22, p. 179; Kraus - von Matt 1973, p. 146, fig. 175; Zanker 1974, p. 61, nt. 78; Paribeni 1978, p. 104; Bol 1978, pp. 20, 24, 90; Wojcik 1986, pp. 87-89, n. C1, tav. XLII; Hölscher 1987, p. 55, fig. 76; Neudecker 1988, p. 153, n. 14.57; Collezioni Museo 1989, I.2, p. 128, n. 160, fig. a p. 129; Wohlmayr 1991, pp. 32-33, fig. 15; Fuchs 1999, pp. 25-26, tav. 26; Rolley 1999, II, p. 409; Adamo Muscettola 2000a, p. 25; Ridgway 2002, p. 147, tav. 57a-b; Mattusch 2005, pp. 236-242, figg. 5.109-5.115