Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Home Visite tematiche nel Museo Collezioni Pompeiane Statuetta di Fauno danzante (5002)
Vai su di un livello
Oggetto archeologico

Statuetta maschile


Statuetta di Fauno danzante (5002)

La statuetta raffigura una figura maschile nuda, barbata, con la testa rovesciata all'indietro e con lo sguardo rivolto al cielo, coda e chioma fluente a ciocche abbondanti, in atto di accennare, in punta di piedi, un passo di danza, tenendo braccio e gamba sinistra tesi, braccio e gamba destra flessi. La presenza di corna di caprone sul capo e la piccola coda identificano la figura in un Fauno, in Pan, o meglio in un Satiro, raffigurato in preda ad ebbrezza bacchica o in atto di eseguire una danza ritmica in un'estasi quasi religiosa. La raffinatezza dell'esecuzione di questa statuetta, la cui muscolatura è resa con grande abilità e morbidezza, nota solo da due altre repliche provenienti dall'area del Delta del Nilo, rimanda ad un centro di produzione ellenistico, verosimilmente alessandrino.

Ulteriori documenti
tipo: Contenuto non disponibile
Ulteriori informazioni
Codici
  Ente competente: Soprintendenza per i Beni Archeologici delle Province di Napoli e Caserta
Oggetto
  Definizione: Statuetta maschile
  Denominazione/Dedicazione: Statuetta maschile
  Classe e produzione: Bronzi
Localizzazione geografico-amministrativa
  Stato*: Italia
  regione: CAMPANIA
  provincia: Napoli
  comune: Napoli
  Denominazione: Museo Archeologico Nazionale di Napoli
  Denominazione spazio viabilistico: Piazza Museo, 19
  Specifiche: Piano ammezzato, Sala LX, n. 15
Dati patrimoniali
  Numero*: 5002
Dati tecnici
  Altezza: 71
Dati analitici
  Lingua: Latino
  Testo:

Sul retro della base: PCIXX. Come spesso avviene sugli oggetti metallici, si tratta della registrazione di peso, incisa a freddo con una punta triangolare, probabilmente in occasione di un passaggio di proprietà di un acquisto.

Condizioni giuridica e vincoli
  Indicazione generica: proprietà Stato
Fonti e documenti di riferimento
  Bibliografia:

Monaco 1884, p. 16, The Large Bronzes, n. 77; Spinazzola 1928, p. XXXV, n. 247; Guida Ruesch 1911, pp. 201-202, n. 814; Pernice 1925, p. 2, fig. 2; de Franciscis 1963, p. 67, fig. 45; Kraus 1973, pp. 80-81, nn. 99-100; Brilliant 1979, p. 48; Zanker - Döhl 1979, p. 202; Bieber 1981, p. 39, figg. 95-96; Fuchs 1982, p. 119, figg. 127-128; Collezioni Museo 1989, I.2, p. 145, n. 238; Pompei 1991-1992, I, p. 229; Museo archeologico 1994, p. 204; Moreno 1994, I, p. 294, fig. 364; PPM, V, p. 96; Pompei 1996, p. 208, n. 14, tav. 79; Barbet 1999, p. 218; Museo archeologico 1999, p. 72; Archeologia del Vesuvio 1999, p. 72; Pompeii 2000, pp. 76-77, n. 13; De Caro 2001a, pp. 59-60; Guidobaldi - Pesando - Varone 2002, p. 236.

Ulteriori documenti
tipo: Contenuto non disponibile