Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Home Percorsi di visita nel Museo Numismatica Busto di Antonino Pio (6031)
Vai su di un livello
Oggetto archeologico

busto ritratto maschile


Busto di Antonino Pio (6031)

Il busto, con tunica e corazza, coperto da un ricco mantello allacciato sulla spalla destra con una fibbia rotonda, ha la testa rivolta verso destra con la capigliatura resa a ciocche corte ed arricciate, la barba morbida e corta, gli occhi incassati nelle orbite al di sotto di sporgenti arcate sopraccigliari, due profondi solchi naso labiali. Dal punto di vista iconografico, ricorda tipi creati nella seconda metà del regno di Antonino Pio. Busti e ritratti dell’imperatore, spesso fatti in serie, erano vere e proprie icone da diffondere come veicolo di propaganda e di affermazione dell’autorità dello Stato. Lo scultore realizzava l’opera adottando tecniche di lavorazione che ne permettessero la riproduzione in serie: da un blocco iniziale, attraverso una prima sgrossatura, ricavava un cubo per la testa disposto diagonalmente rispetto al pezzo più ampio per il busto, così da ottenere una leggera torsione da un lato. Realizzava poi una sorta di ovale, individuando alcuni punti chiave come la punta del mento, il lobo di un orecchio o l’estremità della barba, nel caso ci fosse, tutti segnati sulla superficie e misurati con un calibro, in modo da essere equidistanti dal ricciolo della capigliatura posto esattamente al centro della fronte. Successivamente provvedeva a tagliare i piani del volto, come tempie, guance e lati del naso. Per la finitura, già dalla metà del II sec. d.C., si riproduceva la grana della pelle giocando sul contrasto ruvido-liscio, opaco-lucido. Il risultato era una scultura viva, espressiva e facilmente riproducibile in più opere da mostrare fino ai confini dell’impero.

Ulteriori documenti
tipo: Contenuto non disponibile
Ulteriori informazioni
Codici
  Ente competente: Soprintendenza per i Beni Archeologici delle Province di Napoli e Caserta
Oggetto
  Definizione: busto ritratto maschile
  Denominazione/Dedicazione: busto ritratto maschile
  Classe e produzione: STATUARIA
  Identificazione: Antonino Pio
Localizzazione geografico-amministrativa
  Stato*: Italia
  regione: CAMPANIA
  provincia: Napoli
  comune: Napoli
  Tipologia: palazzo
  Denominazione: Museo Archeologico Nazionale di Napoli
  Denominazione spazio viabilistico: Piazza Museo, 19 - 80135
  Denominazione raccolta: Museo Archeologico Nazionale di Napoli
  Specifiche: Piano ammezzato, Sala LIV
Dati patrimoniali
  Numero*: 6031
  Data: 1863 post
Cronologia
  Fascia cronologica di riferimento: sec. II d.C.
  Frazione cronologica: metà
  Da*: 160
  A*: 140
  Motivazione cronologica: bibliografia
Dati tecnici
  Materia e tecnica: marmo/ scalpellatura/ levigatura
  Unità: cm.
  Altezza: 80
Dati analitici
  Indicazioni sull'oggetto: Busto ritratto maschile in marmo.
  Indicazioni sul soggetto: Il busto raffigura Antonino Pio con tunica e corazza, coperto da un riccomantello allacciato sulla spalla destra con una fibbia rotonda; la testa èrivolta verso destra con la capigliatura resa a ciocche corte ed arricciate, la barba morbida e corta, gli occhi incassati nelle orbite al di sottodi sporgenti arcate sopraccigliari, due profondi solchi naso labiali.
  Testo:

Conservazione
  Stato di Conservazione: intero
Condizioni giuridica e vincoli
  Indicazione generica: proprietà Stato
  Indicazione specifica: Ministero per i Beni e le Attività Culturali
Fonti e documenti di riferimento
  Bibliografia:

RMB, V, tav. XXIV; Bernoulli 1882-1894, II.1, p. 151, n. 37; Guida Ruesch 1911, n. 982 e bibl.; Museo Civico 1988, p. 188; Ancient roman civilization 2003, pp. 80-82. Bibl. di confronto: da Roma, MNR 1979, pp. 284-285, n. 177.

Ulteriori documenti
tipo: Contenuto non disponibile