Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Home Percorsi di visita nel Museo Tempio di Iside Statua di Iside (976)
Vai su di un livello
Oggetto archeologico

statua femminile


Statua di Iside (976)

Iside è vestita di una tunica trasparente, fermata da una cintura con teste di serpente immediatamene al di sotto del seno, sulla quale indossa uno scialle che copre le spalle ed il busto; ha il braccio sinistro lungo il fianco corrispondente e tiene in mano un ankht, simbolo della vita, mentre l'avambraccio destro, restaurato già in antico con un perno di bronzo, è proteso, e conserva nella mano chiusa l'impugnatura di un oggetto, probabilmente un sistro; i lunghi capelli sono divisi sulla fronte in due bande simmetriche e scendono compatti sul dorso in una serie di sottili treccioline; sul capo la dea porta una ghirlanda con cinque fiori rotondi, sulla quale rimane un foro che doveva servire a reggere un altro attributo, un fiore di loto o una corona hatorica, probabilmente, mentre ai polsi spiccano braccialetti dipinti a forma di serpente. L'analisi stilistica la caratterizza come un'opera di matrice arcaistica di età claudia, sicuramente anteriore al decorativismo che caratterizzerà la successiva età neroniana, nata dalla mescolanza di elementi tipici dell'arte greca arcaica e dell'arte egiziana. La statua, che onserva cospicue tracce di colore, poggia sul pilastro originale, su cui è tuttavia un'iscrizione di epoca flavia, che fa riferimento, con molta verosimiglianza, ad una riconsacrazione della statua da parte di Lucius Caecilius Phoebus, candidato all'edilità e sostenuto dagli isiaci. Nonostante provenga dal santuario la statua non è l'immagine di culto venerata nel tempio, che era invece un acrolito.

Ulteriori documenti
tipo: Contenuto non disponibile
Ulteriori informazioni
Codici
  Ente competente: Soprintendenza per i Beni Archeologici delle Province di Napoli e Caserta
Oggetto
  Definizione: statua femminile
  Denominazione/Dedicazione: statua femminile
  Classe e produzione: STATUARIA
  Identificazione: Iside
Localizzazione geografico-amministrativa
  Stato*: Italia
  regione: CAMPANIA
  provincia: Napoli
  comune: Napoli
  Tipologia: palazzo
  Denominazione: Museo Archeologico Nazionale di Napoli
  Denominazione spazio viabilistico: Piazza Museo, 19 - 80135
  Denominazione raccolta: Museo Archeologico Nazionale di Napoli
  Specifiche: Primo piano, Sala LXXXII, n. 3.2
Altre localizzazioni geografico-amministrative (reperimento)
  Stato*: Italia
  regione: CAMPANIA
  provincia: Napoli
  comune: Pompei
  Denominazione: VIII 7 28 (DI ISIDE)
  Complesso monumentale di appartenenza: Pompei Scavi
Dati patrimoniali
  Numero*: 976
  Data: 1863 post
Modalità di reperimento
  Denominazione dello scavo*: Tempio di Iside
  Data*: 1766/03/04
Cronologia
  Fascia cronologica di riferimento: sec. I d.C.
  Frazione cronologica: secondo quarto
  Da*: 25 d.C.
  A*: 49 d.C.
  Motivazione cronologica: bibliografia
Dati tecnici
  Materia e tecnica: marmo pentelico/ scalpellatura/ levigatura/ sovraddipintura
  Unità: cm.
  Altezza: 105
  Larghezza: 42
  Profondità: 42
Dati analitici
  Indicazioni sull'oggetto: Statua femminile stante; sulla ghirlanda è un foro che doveva servire a reggere un attributo. La statua poggia su un pilastro con epigrafe.
  Indicazioni sul soggetto: Iside, vestita di una tunica trasparente, fermata da una cintura con testedi serpente immediatamente al di sotto del seno, sulla quale indossa unoscialle che copre le spalle ed il busto, ha il braccio sinistro lungo il fianco corrispondente e tiene in mano un ankht, mentre l'avambraccio destroè proteso, e conserva nella mano chiusa l'impugnatura di un oggetto, probabilmente un sistro; i lunghi capelli sono divisi sulla fronte in due bande simmetriche e scendono compatti sul dorso in una serie di sottili treccioline; sul capo la dea porta una ghirlanda con cinque fiori rotondi; ai polsi braccialetti dipinti a forma di serpente.
  Lingua: latino
  Testo:

L. CAECILIVS/ PHOEBVS/ POSVIT L. D. DECVRIONVvM DECRETO

  Trascrizione: L. CAECILIVS/ PHOEBVS/ POSVIT L. D. DECVRIONVM DECRETO
Conservazione
  Stato di Conservazione: mutilo
Condizioni giuridica e vincoli
  Indicazione generica: proprietà Stato
  Indicazione specifica: Ministero per i Beni e le Attività Culturali
Fonti e documenti di riferimento
  Bibliografia:

Guida Ruesch 1911, n. 928; Pompeii A.D. 79 1978, p. 183, n. 191; Collezioni Museo 1989, I.2, p. 96, n. 9; Alla ricerca di Iside 1992, p. 68, n. 3.2; Museo archeologico 1999, p. 123; Sampaolo 2003, p. 238, n. IV.6.

Ulteriori documenti
tipo: Contenuto non disponibile