Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Home Percorsi di visita nel Museo Napoli antica Gruppo statuario raffigurante Nereide su pistrice (6026)
Vai su di un livello
Oggetto archeologico

gruppo statuario


Gruppo statuario raffigurante Nereide su pistrice (6026)

Il gruppo scultoreo raffigura una nereide su pistrice. La base è costituita da onde marine, sulle quali poggia il mostro, che ha testa a forma di drago, la parte anteriore del corpo è di tipo equino, la parte posteriore è costituita da triplice spira serpentiforme crestata con superficie trattata a squame. A completare l'appoggio per la parte anteriore del corpo del mostro è un delfino che si rituffa in acqua. Sul mostro siede una nereide; la veste, scivolata dal busto nudo, ricopre parte delle gambe con un panneggio mosso e dalle fitte pieghe agitate dalle brezze marine. La nereide guarda verso destra, nella direzione inversa a quella percorsa dal mostro marino; con la destra si tiene salda al collo del mostro, la sinistra è piegata in alto al di sopra della testa; l'indice ed il pollice sono in posizione congiunta, quasi a trattenere il bordo della veste, ormai perduto, che doveva apparire rigonfiata al vento, secondo uno schema iconografico abbastanza noto soprattutto nelle raffigurazioni parietali e di particolare fortuna nel I sec. d.C.
Il gruppo scultoreo proviene dalla grande villa che Vedio Pollione costruì sulla collina denominata Pausilypon (che libera dagli affanni), oggi Posillipo. La villa divenne per testamento proprietà imperiale nel 15 a.C. alla morte di Pollione.

Ulteriori documenti
tipo: Contenuto non disponibile
Ulteriori informazioni
Codici
  Ente competente: Soprintendenza per i Beni Archeologici delle Province di Napoli e Caserta
Oggetto
  Definizione: gruppo statuario
  Denominazione/Dedicazione: gruppo statuario
  Classe e produzione: STATUARIA
  Identificazione: nereide su pistrice
Localizzazione geografico-amministrativa
  Stato*: Italia
  regione: CAMPANIA
  provincia: Napoli
  comune: Napoli
  Tipologia: palazzo
  Denominazione: Museo Archeologico Nazionale di Napoli
  Denominazione spazio viabilistico: Piazza Museo, 19 - 80135
  Denominazione raccolta: Museo Archeologico Nazionale di Napoli
  Specifiche: Primo piano, Sala CXVIII
Altre localizzazioni geografico-amministrative (reperimento)
  Stato*: Italia
  regione: CAMPANIA
  provincia: Napoli
  comune: Napoli
  Denominazione: Villa di Lucullo
  Denominazione spazio viabilistico: Discesa Gaiola,Posillipo
Altre localizzazioni geografico-amministrative (provenienza)
  Provenienza: Napoli, Posillipo, Villa imperiale
  Stato*: Italia
  regione: CAMPANIA
  provincia: Napoli
  comune: Napoli
  Denominazione: Museo Archeologico Nazionale di Napoli
  Denominazione spazio viabilistico: Piazza Museo, 19 - 80135
  Denominazione raccolta: Museo Archeologico Nazionale di Napoli
Dati patrimoniali
  Numero*: 6026
  Data: 1863 post
Modalità di reperimento
  Denominazione dello scavo*: Pausylipon
  Data*: 1841/00/00
Cronologia
  Fascia cronologica di riferimento: età romana
  Da*: 99 a.C.
  A*: 476 a.C.
  Motivazione cronologica: contesto
Dati tecnici
  Materia e tecnica: marmo/ scalpellatura/ levigatura
  Unità: cm.
  Altezza: 147
  Larghezza: 136
Dati analitici
  Indicazioni sull'oggetto: Gruppo statuario.
  Indicazioni sul soggetto: La base è costituita da onde marine, sulle quali poggia la pistrice, che ha la testa a forma di drago, la parte anteriore del corpo di tipo equino,mentre la parte posteriore è costituita da triplice spira serpentiforme crestata con superficie trattata a squame. A completare l'appoggio per la parte anteriore del corpo del mostro è un delfino che si rituffa in acqua. Sul mostro siede una nereide: la veste, scivolata dal busto nudo, ricopre parte delle gambe con un panneggio mosso dalle fitte pieghe; la nereide guarda verso destra, nella direzione inversa a quella percorsa dal mostro marino; con la destra si tiene salda al collo del mostro, la sinistra è piegata in alto al di sopra della testa; l'indice ed il pollice sono in posizione congiunta, quasi a trattenere il bordo della veste, ormai perduto, chedoveva apparire rigonfiata al vento.
  Testo:

Conservazione
  Stato di Conservazione: mutilo
Condizioni giuridica e vincoli
  Indicazione generica: proprietà Stato
  Indicazione specifica: Ministero per i Beni e le Attività Culturali
Fonti e documenti di riferimento
  Bibliografia:

Guida Ruesch 1908, n. 277; Günther 1913, p. 264; Klein 1921, p. 107, fig. 45; de Franciscis 1963, p. 22; Collezioni Museo 1989, I.2, pp. 108-109, n. 63; Neapolis 1994, pp. 83-94, 232-233.

Ulteriori documenti
tipo: Contenuto non disponibile