Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Home Vocabolario

Vocabolario

 Ureo
serpente cobra che rappresenta la dea egizia Uadjit, patrona di Buto, capitale del Basso Egitto. Simbolo della regalità, decora la corona del faraone e le acconciature regali femminili o incornicia raffigurazioni parietali di templi.
 Usekh
collare egizio, portato sia dagli uomini che dalle donne, formato da numerosi giri di perle, cilindretti od altri elementi di vari materiali, legati fra loro in modo da comporre quasi una rete multicolore, tenuta ferma da contrappesi posti alle due estremità, costituiti da piatti semicircolari o configurati a testa di falco.
 Ushabty
modelli miniaturistici di servitori funerari, deposti, spesso in gran numero, nelle tombe, il cui compito era quello di sostituire il defunto nelle attività dell'aldilà, secondo il principio della perfetta corrispondenza tra la vita terrena e quella oltremondana.
 Velarium
dal latino velarium, tenda posta a proteggere, nei teatri antichi, spettatori ed attori dai raggi del sole.
 Vestibolum
dal latino vestibulum, ingresso della casa romana.
 Vetro cammeo
tipo di vetro che prende nome dalla lavorazione analoga a quella dei cammei. Su una lastra di fondo in vetro di colore generalmente blu o verde si fonde una seconda lastra di colore bianco, sulla quale si intaglia la decorazione asportando le parti superflue.
 Viridario
dal latino viridarium, piccolo giardino annesso alla casa romana solitamente adorno di sculture e fontane.
 Volumen
v. rotolo
 Xoanon
dal greco ξόανον, “statua, simulacro”, indica le più antiche statue di culto, generalmente di legno, alcune delle quali erano attribuite addirittura a Dedalo.
 Zàkoros
inserviente ai riti isiaci, vestito di lunga veste di lino bianco, frangiata lungo l'orlo e annodata all'altezza del torace in modo da lasciare scoperte le spalle.
Share |