Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Home Vocabolario Astragalo

Astragalo

(anatomia) osso breve appartenente al tarso, situato tra i due malleoli e il calcagno. <br/>(architettura) modanatura dell'architettura classica posta, ad esempio tra il fusto della colonna e la base, lavorata ad ovuli e listelli, alternati, o, più raramente, a losanghe e grani. <br/>(gioco) gli astragali, ricavati inizialmente dagli ovini, poi realizzati anche in argilla, vetro, marmo, metalli vari, o, persino in madreperla, oro e avorio, venivano adoperati come strumento da gioco. Conservati in scatole appositamente decorate, venivano usati anche in un gioco chiamato del “cerchio”. Si tracciava a terra un cerchio e i giocatori, posti ad eguale distanza da esso, dovevano provare a lanciarvi gli astragali, sistemandoli il più vicino possibile al centro, cercando, al contempo, di spostare quelli degli altri contendenti. In un altro semplicissimo gioco, gli astragali, in numero di cinque, venivano lanciati in aria contemporaneamente, nel tentativo di farli ricadere tutti e cinque sul dorso della mano. Potevano essere utilizzati anche nel gioco d’azzardo, praticato anche con due o tre dadi in terracotta, piombo, bronzo, osso o vetro numerati da uno a sei. Lanciandoli si potevano ottenere diverse combinazioni differenti con maggiore o minore valore tale da decretare un vincitore.


Varianti

  • Astragali
Share |