Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Home Percorsi di visita nel Museo COLLEZIONE BORGIA
Vai su di un livello
Collezione

COLLEZIONE BORGIA

Collezione Borgia

Nel 1817 Ferdinado I acquista la raccolta settecentesca del cardinale Stefano Borgia (1731-1804), erudito ed appassionato collezionista che aveva sfruttato la carica di segretario della Congregazione di Propaganda Fide per reperire un eterogeneo materiale artistico durante le missioni cattoliche riunito nel palazzo di Velletri, come in quello di Roma, costituendo un vero e proprio museo articolato in dieci classi di oggetti: antichità egizie, etrusche, volsce, greco-romane, romane, arte dell’Estremo Oriente, antichità arabe, manufatti etno antropologici dell’Europa settentrionale, dell’America Centrale ed il cosiddetto “Museo sacro” costituito da opere legate alla iconografia e liturgia sacra.
Nella sala 7, al primo piano del Museo di Capodimonte, vengono presentate tre classi dell’antica collezione: Museo Sacro, Arabo Cufico ed Indico.